Blog: http://aprigliocchisenonbasta.ilcannocchiale.it

Bilancio di fine mese

La necessità aguzza l'ingegno.
Forse bisognerà arrivare tutti a non avere i soldi per mangiare perchè qualcosa cambi.
Ci sveglieremo tutto d'un colpo, dentro un incubo che per amor di quiete abbiamo finto di non vedere per anni, diventato definitivamente realtà.

Perchè non ci rendiamo conto di niente, sappiamo solo accorgerci di qualche spicciolo in più o in meno in busta paga, sulle tasse, sui servizi, mettiamo da parte le ricevute, facciamo i conti delle entrate e delle uscite, la spesa, le bollette, la famiglia, siamo tutti discreti contabili nel nostro piccolo, ma non contiamo quello che continuamente ci viene sottratto senza dircelo.

Siamo ridicoli, ci basta il biscottino per scodinzolare felici e passare sopra a tutto.

La Corte dei Conti descrive una gravissima situazione di corruzione, evasione pari a oltre 200 miliardi di euro l'anno; buttiamo soldi in cose incredibili, miliardi di euro per fingere di garantire l'italianità dell'Alitalia, centinaia di milioni per non accorpare un referendum alle europee; enormi cifre in appalti truccati.

E una sessantamilionesima parte è sempre lì nel nostro piccolo bilancio personale a fine mese: forse è il caso di smetterla di fingere di non saperlo. Se vi pare poco, vi invito ad ascoltare l'intervento di Peter Gomez per rendervi conto di cosa può valere quel sessantamilionesimo. E se avete tempo, seguite tutta la conferenza, ogni intervento è una perla nel suo ambito.

"Io tutte le volte che vedo quanti soldi sono stati buttati in calabria per finanziare depuratori che non sono mai stati costruiti e poi vedo le trattenute sulla mia busta paga, penso che tra le due cose ci sia una connessione evidente" (Peter Gomez)


Pubblicato il 6/3/2009 alle 17.19 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web