.
Annunci online

aprigliocchisenonbasta

Memoranda

diario 28/1/2009

E' incredibile ma ci sono un sacco di cose importanti che si possono sapere solo andandole a cercare.
Mi piacerebbe condividerne un pò con chi legge questo blog.

Ho cercato di seguire un senso logico nel collocare i link, cercate di vedere ed ascoltare il tutto per come pubblicato.

L'ultima intervista di Paolo Borsellino

Berlusconi: lo stalliere Mangano fu un eroe

(Mangano è lo "stalliere" di Arcore, che ha risieduto in pianta stabile presso la villa di Berlusconi per 2 anni)

Antonino Caponnetto (fondatore del pool antimafia di Palermo) dopo morte Borsellino: "E' finito tutto"

Berlusconi (aggressivo) contro le intercettazioni

Intercettazione Berlusconi (allegro) - Dell'Utri

Intercettazioni Berlusconi (depresso) - Saccà

Berlusconi (astrologico) sulle intercettazioni : "presto uno scandalo enorme"

Il piano di rinascita democratica della  loggia P2 di Gelli : spuntate le voci che vi sembrano già realtà e riflettete sulla similitudine fra le restanti e certe intenzioni legislative dell'esecutivo (dimenticavo, Berlusconi era iscritto alla P2)

Oggi, 28 Gennaio 2009 si è svolta la manifestazione in piazza Farnese a Roma in sostegno della Giustizia e della Magistratura

Salvatore Borsellino a Piazza Farnese

Beppe Grillo (visionario?) intervistato dopo la manifestazione

Spero vivamente di sentire presto quel to-to-to-to-TO-TO-TO-TOTTO'

Libertà di manifestare - Roma 28 Gennaio 2009

diario 27/1/2009

12 Gennaio 2009, "Libertà nel mondo 2009":

"La libertà diminuisce in gran parte del mondo nel 2008, terzo anno consecutivo di declino a livello mondiale, secondo i dati dell'indagine annuale sui diritti politici e delle libertà civili pubblicata oggi dalla Freedom House".

"Due paesi europei mostrano peggioramenti nel 2008: l'Italia e la Grecia."

Domani manifestazione a sostegno della giustizia in Piazza Farnese a Roma.

Lo stupro dell'opinione pubblica

diario 25/1/2009

Non c'era bisogno di riflettere molto per rendersi conto, ai tempi del ballottaggio per il sindaco a Roma, che l'esasperazione del tema sicurezza era una ignobile quanto astuta trovata propagandistica a fini politici.

L'opinione pubblica è stata stuprata per una settimana a seguito dello stupro della ragazza africana in periodo pre-elettorale.

Una settimana di violenza mediatica per cavalcare le più ataviche paure della popolazione, per illustrare il quadro di una Roma che ricordava più Gotham City che non una delle città più sicure d'Europa (in un paese anch'esso peraltro fra i più sicuri d'Europa).

Come se uno stupro, iniziativa improvvisa e imprevedibile di una persona squilibrata sia una cosa che ha a che fare con la sicurezza, una cosa gestibile con maggior dispiego di forze armate e controlli, e non una disgrazia che derivi direttamente dal degrado della società e del tessuto urbano che l'accoglie, che possa al limite nella prevenzione di tale degrado trovare un possibile margine di prevenzione.

Perdonatemi la prossimità di collocazione, in quest'articolo, del termine stupro nel suo senso metaforico e in quello letterale. Ma lo schifo che certa propaganda dovrebbe suscitare, la coscienza con cui è pianificata, la spudoratezza che l'accompagna, mi porta a pensare che, pur su livelli diversi, l'entità della violenza sia paragonabile: violenza in questo caso verbale, di comunicazione, d'opinione, d'illusione, d'interesse.

E quando questa continua, e diventa ancor peggiore e più squallida davanti alla realtà dei fatti che continuamente la smentiscono, non è più perdonabile, è inaccettabile, e l'opinione pubblica deve rendersi conto di essere stata abusata, violentata, stuprata verbalmente in modo subdolo, vile e meschino.

E allora lo schifo e la nauesa aumenta quando si scopre che la colpa è degli imprudenti.

E diviene intollerabile nel momento in cui l'ovvia menzogna che ci è stata sbattuta in faccia, ci viene ripresentata come appunto ovvia, con un bel "non avreste mica pensato che", parodiandola anche un pò: e un Presidente del Consiglio privo del benchè minimo senso del pudore, incapace di discernere fra gravità e leggerezza, uso a esternazioni da bettola con facilità e compiacimento sempre crescenti dichiara in pubblico:

"Dovremmo avere tanti soldati quante sono le belle ragazze italiane, credo che non ce la faremmo mai..."  (video)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma stupro

permalink | inviato da Cesare Lazzini il 25/1/2009 alle 18:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Il coraggio della replica

diario 23/1/2009

Finalmente la replica inizia (o meglio, torna) ad essere contemplata in Italia. Non basta credere nei propri principi, bisogna trovare il coraggio di esternarli con forza, quando con forza si cerca di oscurarli. Soprattutto quando questo è fatto per interesse, sia esso finanziario, di controllo, di casta, e leda così la libertà individuale.

E' un principio che vale per ogni cosa nella vita. Ha a che fare con l'orgoglio, la coscienza di sè e dei propri diritti e doveri, il rispetto.

Mercoledì Il cardinale Severino Poletto, arcivescovo di Torino, intervistato da Repubblica aveva detto che "i medici cattolici che si trovassero a lavorare nell'ospedale dove si intende interrompere l'alimentazione di una persona, dovrebbero obiettare e rifiutarsi. La legge di Dio prevale su quella dell'uomo".

"Non viviamo in una repubblica di ayatollah, nella quale il diritto religioso fa premio sul diritto civile", ha replicato Mercedes Bresso (presidente della Regione Piemonte) intervenendo alla trasmissione "24 Mattino" su Radio 24.

L'articolo.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. chiesa udine bresso englaro poletto

permalink | inviato da Cesare Lazzini il 23/1/2009 alle 14:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa