.
Annunci online

aprigliocchisenonbasta

Il nuovo libro di Vespa e le anticipazioni centellinate ad hoc. In attesa del 3 Ottobre.

diario 29/9/2008

Venerdì 3 Ottobre uscirà per Mondadori - RaiEri (l'accoppiata vincente) il nuovo libro di Bruno Vespa, "Viaggio in un'Italia diversa".

Stranamente, in questi giorni stanno uscendo, puntualmente comunicate alle agenzie di stampa e ai giornali, una serie di anticipazioni riguardanti piccoli estratti del libro, centellinate con eccezionale tempismo rispetto ai temi caldi che il governo si trova ad affrontare al momento.

Riporto la curiosa cronologia, basandomi su una semplice ricerca su Google News, a chiave "libro Vespa ottobre", ordinando i risultati per data di pubblicazione:

21-22 Settembre: anticipazioni delle interviste ai ministri Maroni, con particolare riferimento ai Centri di Identificazione ed espulsione e ai rapporti con la Libia) e qualche parola anche sui Rom; Gelmini, soprattutto sui tagli e su annunciati bonus ( forse 7000 € ) per i docenti migliori a partire dal 2010; Brunetta, che promette prossimamente un'una tantum da 150-170 € ai dipendenti pubblici per il ritardo sul contratto 2006-2007;

25 Settembre: anticipazione dell'intervista al ministro Alfano che vuole i magistrati in minoranza nel nuovo CSM e che racconta che si è trovato in vacanza nello stesso albergo della Gandus e che hanno parlato dello stato della giustizia in Italia;

27-28 Settembre: anticipazione dell'intervista a Berlusconi nella quale il premier critica aspramente le interferenze del PD nell'affare Alitalia e dice che se non era premier la comprava lui l'Alitalia;

29 Settembre, oggi: anticipazione dell'intervista a D'Alema che sostiene che in un compiuto sistema presidenziale ci vedrebbe bene Berlusconi Presidente.

E' infine delle ultime ore, casualmente proprio in concomitanza con la notizia sussurrata dell'eccezione d'incostituzionalità sollevata dal pm Fabio De Pasquale in riferimento al lodo Alfano, la comunicazione di un'ulteriore anticipazione dell'intervista al premier in cui loda il Lodo e accusa il magistrato Nicoletta Gandus che lo deve giudicare di essere un militante di sinistra estrema.
E sbuca anche qualche anticipazione di un'intervista a Fini

Mi pare probabile che continueranno fino al 3 Ottobre a trapelare anticipazioni ad hoc, magari seguite da un puntatone di Porta a Porta per pubblicizzare il libro il giorno dell'uscita nelle librerie, magari con splendidi ospiti per l'occasione, magari seguito da una pubblicità a tappeto nelle varie trasmissioni Rai -Mediaset con i ministri oggetto delle interviste ben sparpagliati qua e là a coprire tutte le fasce orarie da mane a sera....

O chissà, forse mi sbaglio.

Auspica?

diario 26/9/2008



( fonte: http://www.etimo.it/ )

Auspicare, etimologicamente parlando, significa "guardare gli uccelli".

A parte la facile battuta, indicava quindi in origine lo scrutare il cielo alla ricerca di un segno divino nelle traiettorie dei volatili, e oggi per estensione caldeggiare, sperare, augurarsi. Augurarsi.

E' un termine tornato molto in voga al giorno d'oggi, specialmente in politica dove le parole semplici non trovano facilmente posto perchè demagogiche, populiste, sovversive, facinorose.

Saramago (lo so, l'ho citato mille volte ma tant'è) in "Saggio sulla lucidità" scrive:

"L'ultima frase ad effetto del primo ministro, [...] fu pregiudicata da un Buonasera che suonò falso, ecco cos'hanno di simpatico le parole semplici, non sanno ingannare."

Torniamo alla parola da cui trae spunto questo post. Nei comunicati ufficiali del Quirinale la troviamo quasi settanta (70) volte nell'ultimo biennio ( nelle varie declinazioni verbali e sostantivali ); che non sarebbe poi tanto considerate le numerose dichiarazioni rilasciate dal Capo dello Stato, ma è una di quelle parole che al giorno d'oggi in certi contesti mi piacerebbe non sentire mai. Giusto per non doversi  sentire troppo spesso, Italia e tutto, in mano alla Provvidenza.

Anche nell'ultimo comunicato, in merito alle future riforme all'amministrazione della Giustizia (26-09-2008 Messaggio del Presidente Napolitano in occasione del XII Congresso dell'Unione Camere Penali ), si auspica, questa volta per interposta istituzione: 

"La funzionalità del sistema rappresenta condizione imprescindibile per l’effettiva affermazione dei diritti fondamentali della persona garantiti dalla Costituzione e, come auspica l’Unione delle Camere Penali, dovrà essere perseguita senza compromettere la “qualità del processo” e aprendo un “cantiere” di riforme organiche e concrete. La sensibilità manifestata dall’avvocatura potrà costituire stimolo e impegno per tutti gli operatori a elaborare, in un contesto di comuni responsabilità, proposte il più possibile condivise che rappresentino il frutto di un dibattito costruttivo nel quale siano assenti atteggiamenti di pregiudiziale contrapposizione."

A parte le spiccate doti di chiarezza e sintesi del redattore del comunicato, fa piacere notare che su un tema vitale per il paese come l'amministrazione della Giustizia si auspichino proposte il più possibile condivise. Più della metà, giusto per fare un'ipotesi potrebbe già essere il più possibile di condivisione, se il resto non condivide. E mi risulta che la maggioranza possa tranquillamente essere "il più possibile" anche da sola, e non si periti a far valere il suo "più possibile" di dialogo (ovvero qualcosa di fortemente tendende al monologo) in ogni occasione: lo esalta invece sempre più spesso, senza il minimo accenno di vergogna, come decisionismo.

Suggerirei al redattore anche di evitare il termine "cantiere", considerato che non è propriamente il luogo più sicuro dove lavorare in tranquillità.

Un grazie a Beppe e alla gente che ancora, ed anzi soprattutto ora, fa attenzione alle parole.

Beppe Grillo: Quando un operaio muore

Napolitano: Ho firmato il Lodo Alfano, ma non chiamatemi in causa!

Intervista a Saramago (non c'entra ma mi andava di aggiungerla)

Saramago su "Saggio sulla lucidità", schede bianche, democrazia, parole (c'entra e mi andava di aggiungere anche questa)


Annozero : Il Re è nudo.

diario 26/9/2008


Sperare non basta, bisogna sperare credendo profondamente che le cose possano cambiare. Ci accorgeremo che stiamo iniziando a farle cambiare senza accorgercene, senza quel passaggio faticoso che blocca, fra il dire e il fare, il capire e l'agire, il borbottare e il fare qualcosa.

Viene da sè
. E dà piacere; e non va più via.

La prima puntata di Annozero (a breve visibile sul sito) è stata una delle numerose avvisaglie che qualcosa sta cambiando, senza clamori, senza '68, senza B.R., senza violenza. Un silenzio assordante, come quello della città del libro "Saggio sulla lucidità" di Saramago. Il silenzio della presenza.

Castelli questa sera è stato il nulla.

Il Ministro (ex Ministro della Giustizia, ricordiamocelo, ora sottosegretario alle Infrastrutture) per tutta la durata della trasmissione ha:

 - manifestato dissenso verso pareri ben circostanziati e documentati a suon di sorrisini e battutine, senza apportare alcun concreto contraddittorio;
- portato a sostegno delle sue tesi, che mi ricordi, solo un paio di "dati".
Analizzo un attimo questi dati.
- Ai dati presentati da Santoro, che mostravano come i salari dei piloti delle compagnie aeree che funzionano siano molto più alti di quelli Alitalia, ha risposto che quelli di AirOne sono più bassi. Che mi risulti infatti AirOne è una compagnia fallimentare che proprio per salvarsi il culo è entrata, debiti e tutto, nella cordata CAI. Un ottimo riferimento per trovare spunti per un piano industriale serio, in effetti.
 
- Ribattendo all'intervento di un pilota che riferiva di guadagnare circa 2500€ /mese e che secondo il piano CAI sarebbe stato in futuro pagato ca. 3€ /ora, ha mostrato un calcolo che si è fatto lì per lì in trasmissione (nota bene: Castelli è ingegnere):

2500 / 3 = 833 ore mensili lavorate
833/ 4 = più di 200 ore lavorative settimanali

Con ciò cercando di screditare la credibilità del dato fornito dal pilota.
Non credo serva essere ingegneri per capire che entrata mensile diviso costo ora non dà il numero delle ore lavorate, se non si specifica se si parla di netto/ lordo, stipendio medio comprendente maggiorazioni varie o stipendio base, eventuali bonus e un sacco di altri dati che non erano stati forniti.

Ancora e ben più grave, considerato oltretutto che si tratta di un ingegnere, l'errore di dividere lo stipendio attuale per quel ca. 3€/ora che il pilota prospettava come eventualità futura: quello che avrebbe ottenuto, anche se i dati fossero stati perfetti, è quanto un pilota dovrebbe lavorare, alle condizioni di CAI, per mantenere lo stesso stipendio, cioè un monte ore irraggiungibile. Che nella sua posizione di sostenitore della cordata è esattamente il classico darsi la zappa sui piedi. Ministro. Ingegnere.

Tornando alle battutine e alle ironie fuori luogo, è stato umiliato pubblicamente in almeno due casi, perdendo vergognosamente anche sul piano della comunicazione (che è l'unica, davvero l'unica cosa che resta per difendersi a questi politici da quattro soldi):
 
- ha fatto ironia sulla dipendente Alitalia che si era messa il cappio al collo in segno di protesta dicendole che era un bel modo di mantenere alta l'immagine dell'Italia agli occhi del mondo.Risposta: meglio alzare il dito medio all' Inno di Mameli come ha fatto il suo capo Bossi?

- è stato zittito, sulla sua ennesima esternazione da baretto, dal pilota in studio, che l'ha ammonito sul fatto che, come gli altri politici che si stanno sciacquando la bocca sul lavoro dei piloti, non avendo esperienza specifica in quel settore non aveva la minima idea di che cosa stesse dicendo e quindi avrebbe fatto meglio a tacere.
Stiamo guadagnando terreno ogni giorno di più nell'unica cosa che rimane loro, la comunicazione. Per il resto, idee, informazione, intelligenza, lungimiranza, onestà, sono già morti, hanno già perso, non esistono più.

La rivoluzione è adesso, sta già avvenendo. Sono arrivati al ridicolo.

Il Re è nudo.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. annozero castelli il re è nudo

permalink | inviato da Cesare Lazzini il 26/9/2008 alle 0:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

2001: Odissea nello spazio / 2008: Oltre l'immaginazione

diario 25/9/2008


Oggi
manca un foglio:

(Reuters) - Omicidio Sandri, annullata l'udienza preliminare

"E' stata annullata per un vizio di procedura l'udienza preliminare che vedeva oggi imputato Luigi Spaccarotella, il poliziotto accusato di omicidio volontario per la morte del giovane tifoso della Lazio Gabriele Sandri.Il gup ha infatti accolto l'eccezione presentata dai difensori dell'agente, Giampiero Renzo e Francesco Molino, motivata dal fatto che al primo non sarebbe stato notificato l'avviso di chiusura indagini.Ora occorrerà redigere nuovamente l'atto di chiusura indagini e provvedere alla notifica alle parti, cosa che richiederà un tempo tecnico di un mese e mezzo-due, secondo i legali."


Domani il futuro a portata di mano:

Il postino telematico :

"L’altra innovazione tecnologica riguarda il servizio di recapito: si tratta del "postino telematico", ovvero il portalettere dotato di palmare con cui offrirà a domicilio una vasta gamma di servizi."

Dal 2009 pensioni dal tabaccaio :

"È una delle novità del progetto "reti amiche", per l'erogazione di servizi pubblici attraverso i canali di distribuzione esistenti; in una prima fase saranno coinvolti i 34.463 tabaccai collegati alla rete telematica e 5.740 punti delle Poste italiane."


ps: stasera ricomicia Annozero, puntata su Alitalia


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tecnologia giustizia futuro presente

permalink | inviato da Cesare Lazzini il 25/9/2008 alle 13:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa