.
Annunci online

aprigliocchisenonbasta

Il tritacarte

diario 27/2/2009

25 Febbraio: la Procura di Roma archivia l'inchiesta Berlusconi - Saccà e ordina la distruzione delle intercettazioni

Marco Travaglio pubblica oggi un post in merito: "La richiesta di archiviazione per le telefonate Berlusconi-Saccà inaugura un nuovo genere giurisprudenziale: la giustizia creativa."

Marco Travaglio: Striscia la giustizia

Un'ora fa:

Gli atti di Genchi sono stati inviati alla Procura della repubblica di Roma

"Il Comitato parlamentare per la Sicurezza della Repubblica nella riunione del 25 febbraio ha confermato la decisione di trasmettere alla Procura di Roma - fermo restando il regime di segretezza deliberato ai sensi della legge n. 124/07 e del Regolamento interno - gli atti prodotti nel corso della propria attività relativa alle inchieste della Magistratura di Catanzaro"

Speriamo gli s'inceppi il tritacarte.


Archiviata l'inchiesta su Silvio Berlusconi e Agostino Sacca'. Disposta la distruzione delle intercettazioni.

diario 25/2/2009

BERLUSCONI-SACCA':"ELIMINARE INTERCETTAZIONI"

"La procura di Roma ha chiesto al gip di distruggere le intercettazioni e tutta la documentazione anche in formato informatico con riferimento al capitolo di inchiesta su Silvio Berlusconi e Agostino Sacca', per la quale e' stata sollecitata l'archiviazione. Nel motivare la distruzione delle intercettazioni, i magistrati capitolini spiegano che "le conversazioni appaiono irrilevanti" e che c'e' "necessita' di assicurare il massimo della tutela possibile alla riservatezza dei soggetti coinvolti."

In attesa che spariscano, continuate a farvi un'idea.



Aggiornamento

Così hanno salvato il Cavaliere

"
Per archiviare il procedimento contro il presidente del consiglio e l'ex manager di Rai Fiction, la Procura di Roma è stata costretta a smentire le affermazioni, la filosofia e la stessa ragione di vita del suo indagato. Uno dei pilastri sul quale poggia l'atto che chiede il proscioglimento per Berlusconi e per il manager Rai è infatti la mancanza della qualifica di "incaricato di pubblico servizio" per Saccà"

"
A partire dalla sentenza della Suprema Corte del 1996 sul caso Baudo-Lambertucci-Venier. Quando i presentatori televisivi furono accusati di concussione per i compensi extra richiesti agli sponsor per i loro show, si difesero negando la loro qualifica di incaricati di pubblico servizio. Ma, prima i pm poi i giudici e infine la Cassazione, stabilirono il principio in base al quale al di là della qualifica privata della società Rai e al di là del contratto privato delle star, rileva il fatto che in ballo ci sono soldi pubblici. Una massima che valeva quando si sottraevano risorse pubblicitarie alla Rai facendo la cresta sugli sponsor e a maggior ragione dovrebbe valere oggi con Saccà che - a differenza di Baudo e amici - non maneggia denari privati ma pubblici.

La procura di Napoli, forte di questo precedente, ma consapevole della delicatezza della questione, aveva blindato sul punto l'indagine chiedendo addirittura un parere a un luminare del diritto costituzionale, Michela Manetti, professore ordinario a Siena. La professoressa, al termine di un lungo studio della legislazione vigente, aveva concluso che Saccà è un incaricato di pubblico servizio. Da quello che è dato leggere nelle pagine distribuite ai cronisti, la Procura di Roma non ha degnato il parere nemmeno di un cenno."

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi intercettazioni saccà

permalink | inviato da Cesare Lazzini il 25/2/2009 alle 15:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

ATTENZIONE!E' IN ATTO UN TENTATIVO DI COLPO DI STATO!!!

diario 4/9/2008

Ho paura.Sono a conoscenza di notizie allarmanti comunicatemi da fonti certe riguardo ad un tentativo di colpo di stato in atto che sovvertirà il normale regime democratico del paese. Non so se ne dovrei parlare qui.

State tranquilli! Era uno scherzo. Fino alla fine del corsivo qui sopra.

Spero di non aver creato inutili allarmismi, fosse anche solo per pochi secondi.
Non dovete preoccuparvi, ormai il tentato (?) colpo di stato è già avvenuto. E', incredibilmente, acqua passata. Ma è stato fatto passare per un'altra cosa.E' stata spostata l'attenzione sul problema morale, etico, di malcostume. Che non sarebbe poco, ma è niente di fronte al vero problema. Il trucco è semplice: si palesa un problema enorme, l'attenzione è spostata su una parte del problema o deviata su tutt'altro problema, chi è accusato si difende strenuamente dagli attacchi sul problema minore che gli viene imputato, rafforzando l'impressione che il vero problema sia in effetti quello.
Il problema enorme passa in secondo piano o nel migliore dei casi viene dimenticato.

Perchè Berlusconi odia le intercettazioni - L'intercettazione Berlusconi / Saccà

Riporto lo stralcio essenziale della conversazione (configurante il problema enorme dello schema di cui sopra):

B= Berlusconi ; S= Saccà

B:Senti, tu mi puoi fare ricevere due persone ...
S: assolutamente...
B: .. perchè io sono veramente dilaniato dalle richieste di coso ....
S: assolutamente ..
B: con la Elena Russo non c'era più niente da fare? Non c'è modo...?
S: no .. c'è un progetto interessante .. adesso io la chiamo ..
B: gli puoi fare una chiamata? La Elena Russo; e poi la Evelina Manna. Non centro niente io, è una cosa ... diciamo ... di...
S: chi mi dà il numero?
B: Evelina Manna ... io non c'è l'ho ...
S: chiamo ..
B: no, guarda su Internet ..
S: vabbè, la trovo, non è un problema ... me la trovo io ..
B: ti spiego che cos'è questa qui ..
S: ma no, Presidente non mi deve spiegare niente ..
B: no, te lo spiego: io stò cercando di avere ...
S: Presedente, lei è la persona più civile, più corretta..
B: allora ... è questione di .. (parola incomprensibile, le voci si accavallano) ....
S: ma questo nome è un problema mio ...
B: io stò cercando ... di aver la maggioranza in Senato ...
S: capito tutto ...
B: eh .. questa Evelina Manna può essere .. perchè mi è stata richiesta da qualcuno ... con cui sto trattando ...

RIASSUNTO:

Berlusconi raccomanda delle ragazze in RAI: si dice "no non le ha raccomandate, le ha suggerite", "sì le ha raccomandate è un farabutto", "mah, l'avrei fatto anch'io se era una persona che conoscevo".

MA: LA RACCOMANDAZIONE ERA IL MEZZO. FAR CADERE IL GOVERNO IL FINE. Punto.

Veramente in pochi si rendono conto della gravità di ciò che è successo? Veramente le coscienze sono così addormentate? Veramente la maggior parte della gente pensa a un Deputato (ora nuovamente Presidente del Consiglio) come a un compagno di bevute di cui pensare " vabè cosa sarà mai" o " lui fa i suoi interessi, è normale" o altre bestialità simili?

Non sono un costituzionalista, nè un penalista e non ho studiato legge. Ho cercato delle regole scritte cui debba sottostare un Deputato ma non le ho trovate. Ne ho concluso che si debba far riferimento alla Costituzione. Magari mi sbaglio, chi sia in grado di darmi ulteriori riferimenti in merito, può lasciare un commento.

Riporto dalla Costituzione italiana:

"Art. 28
I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici."

Ciao