.
Annunci online

aprigliocchisenonbasta

Gelmini promossa anche al Senato, la curiosa "coincidenza Cossiga"

diario 29/10/2008

 I fatti di oggi:

Scuola: decreto Gelmini è legge.

"ROMA (Reuters) - Mentre, come previsto, oggi il Senato ha approvato definitivamente il contestato decreto Gelmini sulla scuola, le proteste degli studenti non si fermano, con medi e universitari pensano ad organizzare una manifestazione al Quirinale, per chiedere al Capo dello Stato di non firmare la legge, e il Pd e il partito di Di Pietro annunciano un referendum abrogativo."

Scontri fra studenti in Piazza Navona

"Oggi 29 ottobre, a piazza Navona, nell’ambito della manifestazione studentesca contro l’approvazione in Senato del Decreto Gelmini, ci sono stati scontri tra giovani di fazioni opposte. Da quanto racconta l’Unione degli Studenti un gruppo di ragazzi di estrema destra, appartenenti al Blocco Studentesco, avrebbe attaccato la testa della manifestazione scatenando così i disordini. Negli scontri interrotti solo con l’intervento della polizia sarebbero volati anche i tavolini dei bar.
Nella rissa due giovani avrebbero riportato ferite alla testa, e un terzo avrebbe un orecchio lacerato. Opposta la versione dei fatti fornita dagli studenti di destra che hanno detto di essere "stati caricati" dai gruppi di sinistra. Il bilancio è di 14 studenti fermati dalle forze dell'Ordine e portati al commissariato: tutti aderenti a Blocco Studentesco
."


C'era una volta, ma era solo qualche giorno fa...

I saggi consigli di Cossiga 23/10 (il grassetto è mio)

"Presidente Cossiga, pensa che minacciando l’uso della forza pubblica contro gli studenti Berlusconi abbia esagerato?
«Dipende, se ritiene d’essere il presidente del Consiglio di uno Stato forte, no, ha fatto benissimo. Ma poiché è l’Italia è uno Stato debole, e all’opposizione non c’è il granitito Pci ma l’evanescente Pd, temo che alle parole non seguiranno i fatti e che quindi Berlusconi farà quantomeno una figuraccia».

Quali fatti dovrebbero seguire?
«A questo punto, Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand’ero ministro dell’Interno».

Ossia?
«In primo luogo, lasciare perdere gli studenti dei licei, perché pensi a cosa succederebbe se un ragazzino di dodici anni rimanesse ucciso o gravemente ferito…».

Gli universitari, invece?
«Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città».

Dopo di che?
«Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri».

Nel senso che…
«Nel senso che le forze dell’ordine dovrebbero massacrare i manifestanti senza pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli a sangue e picchiare a sangue anche quei docenti che li fomentano».

Anche i docenti?
«Soprattutto i docenti. Non quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì. Si rende conto della gravità di quello che sta succedendo? Ci sono insegnanti che indottrinano i bambini e li portano in piazza: un atteggiamento criminale!»."

UNIVERSITA': GELMINI, REGIA PROTESTA SINISTRA E CENTRI SOCIALI 

"(AGI) - Roma, 22 ott. - "La protesta di questi ultimi giorni e' una protesta politica che ha come obiettivo la lotta al governo Berlusconi, con la regia dlela sinistra e dei centri sociali"."


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cossiga scuola piazza navona gelmini

permalink | inviato da Cesare Lazzini il 29/10/2008 alle 16:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa